Forex: cos'è?

crono

Tempo di lettura:

 12 minuti

Che cos'è il Forex? Capire il trading in valuta estera

Probabilmente avete sentito dire che il mercato Forex è il più grande mercato finanziario del mondo. La Banca dei Regolamenti Internazionali (BRI) ha rilevato che il mercato dei cambi rappresenta un volume di scambi giornaliero di 6.600 miliardi di dollari. Il NYSE, il mercato azionario più attivo del mondo, ha un volume di scambi giornaliero di soli 18,9 miliardi di dollari.

Forse in questo momento vi starete prendendo a calci per non essere venuti a conoscenza di questo enorme mercato finanziario, e noi siamo qui per parlarvene. Ma non dimenticate di fare attenzione, perché il mercato Forex è rischioso e ci sono più perdenti che vincitori: si stima che circa il 90% dei trader perda denaro.

Tuttavia, capire questo è un buon punto di partenza per entrare nel club del restante 10%.

Capire il Forex

Fonte : IG.com

Se avete mai viaggiato in un altro Paese, avrete dovuto cambiare la vostra valuta con quella locale. Ad esempio, se viaggiate dalla Francia al Regno Unito, dovrete convertire i vostri euro (se avete contanti) in sterline. È lo stesso concetto del Forex, solo che lo scambio avviene online.

I trader del Forex fanno essenzialmente la stessa cosa, solo che questa volta lo fanno a fini speculativi. Speculazione significa che non si ha un reale bisogno della valuta che si sta negoziando, ma si vuole trarre profitto dalla variazione del suo valore. Ad esempio, se pensate che la sterlina si apprezzerà nel tempo, utilizzerete i vostri euro per acquistare sterline che poi riconvertirete in euro quando il valore della sterlina sarà aumentato a sufficienza.

Valuta di riferimento

Nel mercato dei cambi, alle valute viene assegnato un simbolo di tre lettere noto come codice di valuta ISO 4217, stabilito nel 1973 dall'Organizzazione internazionale per la standardizzazione (ISO). Le prime due lettere rappresentano il nome del Paese e la terza è il nome della valuta locale. Ad esempio, il dollaro statunitense è rappresentato da USD, mentre il dollaro canadese è rappresentato da CAD. L'euro (EUR) è unico in quanto rappresenta sia la regione (Europa) che la sua valuta.

A queste valute i trader danno anche dei soprannomi per facilitarne l'identificazione, ad esempio :

  • Dollaro per il dollaro USA
  • Cavo per la sterlina
  • Fibra per l'euro
  • Loonie per il dollaro canadese
  • Swissy per il franco svizzero
  • Aussie per il dollaro australiano

 

Coppie di valute

La prima cosa che noterete quando inizierete a fare trading è che le valute non sono elencate singolarmente, ma piuttosto in coppie, come EUR/USD. Questa coppia rappresenta semplicemente il prezzo di una valuta rispetto a un'altra. In questo caso, la coppia EUR/USD confronta il valore relativo dell'euro rispetto al dollaro USA. Pertanto, quando si acquista la coppia EUR/USD, si acquista essenzialmente l'euro e contemporaneamente si vende il dollaro USA. La valuta a sinistra è la valuta di base e quella a destra è la valuta di quotazione.

Immaginate di viaggiare dagli Stati Uniti con i dollari americani nel portafoglio alla Francia, dove l'euro è la valuta locale. Quando cambiate i vostri dollari in euro all'aeroporto, vendete contemporaneamente i vostri dollari per acquistare un importo equivalente in euro. Al ritorno, si effettua l'operazione inversa, vendendo la coppia EUR/USD - vendendo euro per dollari USA. Questo è il trading di valuta estera in poche parole, ed è quello che farete quando effettuerete la stessa transazione dal vostro telefono o computer.

Le coppie di valute sono classificate in tre diverse categorie in base alla frequenza di negoziazione. Il dollaro USA è la valuta più scambiata al mondo ed è quindi la più scambiata e una componente delle sette principali coppie di valute.

  • EUR/USD
  • USD/JPY
  • GBP/USD
  • USD/CHF
  • USD/CAD
  • AUD/USD
  • NZD/USD

Sono chiamate coppie di valute principali perché sono le più liquide. La liquidità si riferisce alla frequenza con cui un'attività viene scambiata e alla facilità con cui può essere convertita. Ad esempio, sebbene il mercato immobiliare sia enorme, è considerato illiquido. Al contrario, con il dollaro USA coinvolto in quasi l'80% di tutte le negoziazioni in valuta estera, queste coppie di valute sono altamente liquide, da cui il titolo di "major". Gli scambi sono così intensi perché questi Paesi hanno stretti legami economici e molte transazioni avvengono tra loro.

La seconda categoria di coppie Forex è nota come minori. Non sono scambiati con la stessa frequenza delle major, ma i Paesi coinvolti hanno comunque molti scambi commerciali e, quindi, sono moderatamente commercializzati. Eccone alcuni:

  • EUR/GBP
  • EUR/CHF
  • EUR/JPY
  • GBP/CAD
  • CAD/JPY

Infine, abbiamo le coppie esotiche, così chiamate perché almeno una delle valute della coppia proviene da un paese ad economia emergente. In teoria, potrebbe esserci una coppia di valute per ogni paese, ma le coppie sarebbero troppe per essere elencate. Le principali coppie esotiche sono quelle di Messico, Brasile, Turchia, Sudafrica, Cina, Russia e pochi altri paesi. Eccone alcuni:

  • USD/HKD
  • USD/ZAR
  • USD/MXN
  • USD/RUB
  • USD/BRL

 

Il mercato Forex

Una delle principali differenze tra il mercato dei cambi e il mercato azionario, ad esempio, è che il primo opera 24 ore su 24 dal lunedì al venerdì, mentre il mercato azionario, comeEuronext Paris, apre al mattino e chiude nel pomeriggio.

Ciò è dovuto principalmente alla sovrapposizione dei fusi orari nei diversi paesi, che causa la suddivisione del mercato in sessioni di trading. Inoltre, poiché i Paesi hanno culture e festività diverse, il mercato rimane aperto e il trading continua.

Il Forex "inizia" con la sessione di Sydney tra le 22:00 e le 7:00 UTC e prosegue con la sessione di Tokyo (dalle 12:00 alle 9:00 UTC), la sessione di Londra (dalle 8:00 alle 17:00 UTC) e infine con la sessione di New York (dalle 13:00 alle 22:00 UTC). Infatti, sebbene il mercato sia chiuso durante il fine settimana, la sessione tardiva di New York e quella anticipata di Sydney fanno sì che i giorni di chiusura del mercato siano meno di due.

Un'altra caratteristica unica del mercato Forex è che non è gestito da una borsa valori. Le transazioni in valuta estera vengono effettuate direttamente tra acquirenti e venditori. Si tratta del cosiddetto mercato over-the-counter (OTC ) , in quanto le transazioni non passano attraverso un operatore centrale.

Termini da conoscere

  • Spread - è la differenza di prezzo tra il prezzo di offerta e il prezzo di domanda. Il prezzo di offerta è l'importo massimo che gli acquirenti sono disposti a pagare per una valuta, mentre il prezzo di domanda è l'importo minimo che i venditori richiedono per vendere.
  • Lotto - un lotto è la quantità o unità standard di valuta che può essere scambiata. Anche su un mercato come il COMEX, la quantità minima di oro che si può acquistare è di 100 once troy. Nel mercato dei cambi, la dimensione standard del lotto è di 100.000 unità, ma esistono anche mini lotti (10.000) e micro lotti (1.000).
  • Leva finanziaria - la leva finanziaria si riferisce essenzialmente al processo di prestito di fondi per aprire posizioni più ampie di quelle consentite dal vostro capitale.
  • Margine - anche se offre una leva finanziaria, il broker vi chiederà di pagare un deposito, chiamato margine.
  • Pip - abbreviazione di percentage in point, è la variazione standard del prezzo di una coppia di valute. La maggior parte delle coppie è quotata con 5 cifre decimali, ad esempio 1,11245, con la quarta cifra che rappresenta il valore del pip. Da 1,11245 a 1,11260, la variazione è di 1,5 pip.

Come funziona il Forex?

Affinché il mercato dei cambi si sviluppi, è necessario il coinvolgimento di diversi attori.

Broker Forex

Sebbene il mercato FX sia effettivamente il più grande mercato finanziario, molti dimenticano quanto sia piccolo il segmento retail. Gli swap FX rappresentano la maggior parte del volume di scambi, mentre il mercato a pronti rappresenta 2.000 miliardi di dollari al giorno. Tuttavia, il segmento della vendita al dettaglio è stimato tra i 200 e i 300 miliardi di dollari, il che significa che si tratta di una piccola parte.

Tenendo conto di ciò, è ovvio che i maggiori operatori del Forex sono le grandi banche e le società multinazionali che utilizzano più valute. Queste società scambiano miliardi di dollari ogni giorno, ed è per questo che il mercato Forex è diventato così importante, e non avrebbero bisogno di operare con un individuo con un capitale ridotto.

Eppure, grazie ai broker Forex, continuiamo a operare con un capitale di 100 dollari o meno. Il broker fornisce il collegamento tra voi e il mercato interbancario, consentendovi di operare sul mercato dei cambi. Lo fanno collaborando con alcune delle maggiori banche per accedere a questo mercato interbancario con le loro vaste risorse.

I maggiori broker Forex hanno centinaia di migliaia di clienti. Pertanto, anche se ogni cliente dispone di un capitale di soli 1.000 dollari, l'insieme di questi fondi rappresenta una quantità significativa di attività in gestione (AUM). Questo permette ai broker Forex di avere una leva finanziaria e l'accesso al mercato interbancario, consentendo di operare con le più grandi banche del mondo.

In cambio del loro impegno, i broker Forex applicano uno spread, una commissione o entrambi. Lo spread, come descritto nella sezione precedente, è la differenza tra i prezzi di domanda e di offerta. Ad esempio, se il tasso di cambio EUR/USD è 1,11245, il broker lo rappresenterà come 1,11245/1,11255. La differenza tra questi due valori è lo spread (1 pip). Questa differenza viene pagata dal singolo trader per ogni operazione.

I prezzi basati sulle commissioni sono più semplici, semplicemente una percentuale fissa addebitata in base al volume delle transazioni.

Piattaforme di trading 

Prima di internet, i trader dovevano telefonare al proprio broker per piazzare gli ordini di acquisto e di vendita. Ma la tecnologia ha reso possibile svolgere tutte le attività dal proprio computer o smartphone. Il vostro broker vi fornirà un terminale per accedere al mercato dei cambi, attraverso il quale riceverete le quotazioni di mercato e invierete i vostri ordini.

Esistono diverse piattaforme di trading. I broker pagano le licenze annuali agli sviluppatori di piattaforme, quindi non è pratico fornire tutte le piattaforme di trading. Tuttavia, i migliori broker Forex offrono almeno due piattaforme per soddisfare le esigenze dei trader.

Che cos'è una strategia di trading sul Forex?

Spesso si sente dire che la chiave del successo nel Forex trading è avere una strategia efficace. Ogni azienda ha bisogno di un piano per essere eseguita correttamente, altrimenti sarebbe caotica. Questo vale per il trading sul Forex, e forse anche di più, poiché è il vostro denaro a essere in gioco e quindi avete bisogno di un piano o di una strategia di trading.

Pertanto, è necessario disporre di un metodo sistematico di approccio ai mercati per ogni transazione effettuata. Sono molte le considerazioni che devono essere prese in considerazione, tra cui:

  • La dimensione delle posizioni - si raccomanda di non negoziare più del 2% del proprio capitale totale per evitare perdite significative.
  • Il livello di leva finanziaria: una leva finanziaria elevata può portare a profitti più elevati, ma anche a perdite maggiori se l'operazione va male.
  • Coppie di valute da negoziare - le coppie principali hanno spread più stretti e sono più liquide delle coppie minori ed esotiche.
  • Quanto a lungo tenere aperta una posizione - più a lungo si mantiene una posizione, maggiori sono le plusvalenze che si possono realizzare.
  • Livello di stop loss: è importante tagliare rapidamente le posizioni perdenti per proteggere il capitale.
  • Indicatori tecnici da utilizzare - ci sono decine di indicatori e dovreste scegliere quelli con cui vi sentite più a vostro agio.
  • Trading manuale o automatizzato: ognuno ha i suoi vantaggi e i suoi limiti, ma gli operatori del mercato Forex si stanno sempre più orientando verso l'automazione.

Ci vuole tempo per sviluppare una strategia di trading efficace, che può essere realizzata solo con la pratica. La maggior parte dei broker offre un conto demo che utilizza fondi virtuali pur fornendo un'esperienza di trading completa. È un po' come se i piloti usassero un simulatore di volo per esercitarsi a pilotare un aereo prima di decollare.

Il trading espone a rischi di perdita equivalenti a quelli dei depositi ed è adatto solo a clienti sofisticati con i mezzi finanziari per sostenere questo rischio.

Inoltre, i risultati passati non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Il valore di un investimento può scendere come salire.

La Società non può essere ritenuta responsabile, per nessun motivo, delle informazioni, dei dati e delle analisi contenute nel suo Sito. In particolare, è responsabilità dell'Utente verificare tali informazioni, dati e analisi prima di prendere qualsiasi decisione, in particolare in materia di investimenti.

Pertanto, l'Utente è l'unico responsabile dell'uso che fa delle informazioni acquisite e si assume tutti i rischi connessi a tale uso. In particolare, spetta a lui prendere tutte le misure necessarie per preservare l'integrità del suo capitale.

Si ricorda inoltre che la Società si limita a presentare i servizi delle Società di riferimento e non agisce, a nessun titolo, in qualità di consulente per gli investimenti finanziari, analista finanziario indipendente, fornitore di servizi di investimento, società di gestione di portafogli di fondi di investimento alternativi, società di gestione di portafogli di OICVM, società di gestione di investimenti collettivi, titolare di un conto di deposito, depositario di fondi di investimento alternativi, depositario di sistemi di cartolarizzazione, stanza di compensazione, fornitore di servizi di investimento, società di gestione del portafoglio di OICVM, società di gestione di investimenti collettivi, titolare di un conto di custodia, depositario di un fondo di investimento alternativo, depositario di un organismo di cartolarizzazione, stanza di compensazione, associazione di rappresentanza autorizzata, venditore diretto autorizzato o fornitore di servizi di comunicazione dati.

Infine, utilizzando il Sito e i Social Network, gli Utenti riconoscono di aver letto, compreso e accettato senza riserve le Condizioni generali d'uso.

Investimento a rischio